Tag

electroacoustic Archivi - Francesco Giannico

Agoraphonia – Call for Sounds

By | News

I invite you to partecipate at the World Listening Day, an annual global event held on July 18 with the main purpose to celebrate the listening practices of the world and the ecology of its acoustic environments.

You can do this by this Open Call for Sounds I made with my friend Giulio Aldinucci and Dmitry Taldykin.

Every info you need is here http://www.agoraphonia.com/

 

locandina vibrations workshop follonica

Vibrations

By | News

VIBRATIONS – IL PAESAGGIO SONORO SULLA STRADA DEL FERRO – WORKSHOP + LIVE

MAX 20 POSTI

SCADENZA ISCRIZIONI 25 MAGGIO

SCONTI PER CHI S’ISCRIVE ENTRO APRILE

dal 5 al 7 Giugno 2015- in collaborazione con Comune di Follonica, Associazione RealGiallu. Istituzione Comunale Es, Associazione BACO.

Docente: Francesco Giannico
www.francescogiannico.com

Partendo dalla storia del Parco Archeologico di Baratti-Populonia e dell’area dell’Ex-Ilva a Follonica, il workshop in ecologia acustica ha come finalità un lavoro di mappatura sonora al loro interno.

Attraverso la pratica delle soundwalks, gli iscritti al workshop saranno guidati in un tour delle due aree e saranno muniti di registratore digitale con il quale campioneranno il paesaggio sonoro del territorio oggetto di studio. Tramite l’utilizzo di microfoni a contatto, verranno inoltre studiate le vibrazioni di questi luoghi “ferrosi”. Il workshop è rivolto a tutti: non è necessario (in nessun modo) avere competenze specifiche in ambito musicale. Lo scopo del workshop è quello di avvicinare le persone al tema del paesaggio sonoro e nello specifico riscoprire un’attività lavorativa che ha permesso a Populonia prima e Follonica dopo di crescere e svilupparsi.

*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/

OBIETTIVI SPECIFICI DEL WORKSHOP

1. Sviluppo delle capacità analitiche e di classificazione dei suoni dell’ambiente in termini ritmici, melodici, timbrici, di altezza, intensità e dinamici (suoni “fermi” o suoni “in movimento”, suoni in ambienti chiusi);

2. stimolare la capacità di associare eventi sonori a segni grafici o colori;

3. stimolare la capcità di riprodurre e organizzare i suoni dell’ambiente con strumenti convenzionali e non.

*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/

FINALITÀ

1. Promozione e valorizzazione del territorio

2. realizzazione – attraverso il portale www.archivioitalianopaesaggisonori.it– di una mappa sonora di comunità fruibile online.

*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/

PROGRAMMA DEL WORKSHOP

Primo giorno (mattina)
• presentazione Gruppo di Lavoro
• Introduzione al paesaggio sonoro
• tecniche basiliari di registrazione digitale

Primo giorno (pomeriggio)
• Soundwalk a Populonia

Secondo Giorno (mattina)
• Formati audio, posizionamento, lo zoom H4
• Soundscaping e tecniche di rappresentazione sonora

Secondo Giorno (pomeriggio)
• soundwalk nell’area ex-Ilva a Follonica

Terzo Giorno
• ascolti dedicati. riduzionismo e sintesi del paesaggio sonoro, macrovisione dell’ascolto/ascolto di insieme: piccoli suoni, piccoli spazi, grandi suoni, grandi spazi.

LIVE nel giardino del Casello Idraulico a Follonica (verrà realizzata una performance live collettiva sotto la guida del docente). Verrà di fatto costituito un piccolo ensemble improvvisativo: gli studenti, muniti di laptop e con un codicillo concordato preventivamente col docente e gli iscritti, si esibiranno in una improvvisazione “controllata”.

Il workshop si svolgerà nei giorni 5-6-7 Giugno 2015. Le lezioni si terranno ogni giorno dalle ore 11:30 alle 13:30 e dalle 15:00 alle 17:00.

*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/

COME ISCRIVERSI
L’iscrizione avviene unicamente online attraverso l’apposito modulo d’iscrizione e che trovate a questo indirizzo:

http://www.archivioitalianopaesaggisonori.it/archivio/webform/iscrizione-vibrations-la-strada-del-ferro

Il termine ultimo è il 25 Maggio (salvo proroghe). Il workshop è aperto a tutti sino ad esaurimento dei posti disponibili (15) e previo il pagamento di una quota di euro 120 per ciascun iscritto (ad eccezione di tutti quei casi rientranti nella casistica delle “agevolazioni” indicata nel paragrafo sottostante). Per l’iscrizione è necessario, oltre a compilare il form sottostante con i propri dati, allegare una copia del pagamento riportante l’anticipo di euro 50 ed un proprio documento d’identità. Il saldo + eventuale sconto verrà formalizzato in sede il primo giorno di workshop.
Il Workshop è tenuto da Francesco Giannico, musicologo, musicista elettroacustico e videoartista coofondatore di Archivio Italiano Paesaggi Sonori, Oak Editions, AudioPath.

*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/

AGEVOLAZIONI:
Gli sconti possibili sono:

1) Del 30% per chi s’iscrive entro il 30 Aprile (farà fede la data di arrivo del modulo)
2) Del 20% per gli under 30 (farà fede il documento di riconoscimento)
3) Del 15% per chi s’iscrive in coppia (indicando nella causale del bonifico la dicitura: ” SCONTO COPPIA – ISCRIZIONE VIBRATIONS + NOME ISCRITTO + NOME AMICO ISCRITTO”

N.B.Gli sconti non sono cumulabili

N.B. Gli iscritti al workshop a cura di Cristiano Bocci “I Colori della Musica Elettronica” possono frequentare gratuitamente “Vibrations-La Strada del Ferro”

*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/*—/

PER INFORMAZIONI

Francesco Giannico: 3495012612 – info@francescogiannico.com |www.francescogiannico.com

Cristiano Bocci: 3332167046 – info@cristianobocci.com |www.cristianobocci.com

Live in Milan / 28th March with “Flow Signs” project

By | News

“FLOW SIGNS” (Francesco Giannico, musicista elettroacustico e video-artista e Theo Allegretti, pianista jazz e compositore) approda al “MACAO”, il nuovo centro milanese per le arti, la cultura e la ricerca, ospite della Rassegna ZAUND, un variegato contenitore di musiche e sperimentazioni.

Del resto, non poteva esserci migliore contesto per ospitare il progetto che si muove verso territori meno esplorati di arte e generi, ne travalica i confini e li contamina.

Sarà anche l’occasione per presentare, la prima volta a Milano, il nuovo CD “Flow Signs” co-prodotto da Monkey Records (eclettica label neozelandese con base a Berlino) e Oak-editions (art-label ambient e soundscape, nata da una costola di AIPS-Archivio Italiano Paesaggi Sonori).
Una performance non comune, per i palati più ricercati.

Il progetto “Flow Signs” nasce dall’incontro di Francesco Giannico, musicista elettroacustico e video artista, con Theo Allegretti, pianista ambient-jazz e compositore, sulla base di una sensibilità poetica e musicale comune che favorisce paesaggi naturali, ambientazione surreale e scenari interiori, quali luoghi particolari da cui emergono suggestioni che fornirebbero una visione diversa anche della nostra vita quotidiana.

Il flusso ci può catapultare in uno stato mentale di inconsapevolezza cosciente, come se si venisse spazzati via da una corrente d’acqua e allo stesso modo Francesco Giannico (laptop, field recordings, oggetti, chitarra) e Theo Allegretti (pianoforte, pianoforte preparato), con tale approccio espressivo, creano un unico flusso cinematico e visionario.
L’uso intuitivo, improvvisativo e atipico del pianoforte, calato in atmosfere ambient e minimal e arricchite da tratti di jazz contemporaneo, si muove in bilico sempre alla ricerca di una commistione con gli interventi messi in gioco dall’altro artista che si concretizzano in riprocessamenti in tempo reale di materiale sonoro, atmosfere dilatate create grazie all’aiuto di pads, glitch, crepitii, scricchiolii e suoni della memoria.

Pertanto, insieme ad una impostazione onirica, visionaria, cinematica e introspettiva, vi è anche un tentativo di combinare diverse forme del background musicale di entrambi i musicisti, per ottenere un risultato unico, pienamente godibile ed entusiasmante e allo stesso tempo di un certo interesse stilistico.

“Macao” – Rassegna ZAUND 
28 Marzo 2014 – ore 21,00. 
Viale Molise, 68 – Milano.

Ingresso Sottoscrizione

http://www.flowsigns.net/ (Sito Ufficiale del Progetto)
http://oak-editions.com/ (Sito della Label)
http://www.francescogiannico.com/
http://www.theoallegretti.com/

Out Now ‘Flow Signs’ | A New Project with the pianist Theo Allegretti

By | News

Out Now ‘Flow Signs’ | A New Project with the pianist Theo Allegretti

The project “Flow Signs” was born by the encounter of Francesco Giannico, electroacoustic musician and video artist, with Theo Allegretti, ambient-jazz pianist and composer, based on a common poetic and musical sensibility that favors natural landscapes, surreal environments and rich interior scenarios, such as particular places from which emerge suggestions that would provide a different view also of our daily life worlds.

more info at http://www.oak-editions.com/release/flow-signs#overlay-context=

This release is a co-production Oak Editions / Monkey Records

http://www.flowsigns.net
http://www.francescogiannico.com
http://www.theoallegretti.com

‘Luminance’ | Francesco Giannico’s New Release for Somehow Recordings

By | News

 

Luminance is the new album of Francesco Giannico released for Somehow Recordings.

“The memory element is always present in the music of Francesco Giannico. A type of memory that feeds on field recordings, sometimes piano parts, sometimes gentle pads and cinematic atmospheres. A sense of spirituality and melancholy at the same time fulfilling that is reverberated and extended thanks to the videoart works that Francesco Giannico Giannico himself produces.” 

The same title “Luminance” means like Cohen used to say that There is a crack in everything That’s how the light gets in.

buy it on http://www.somehowrecordings.co.uk/

buy it in digital format

Further‘ below is one of the tracks contained….
Francesco Giannico’s ‘Luminance’ is an elegant album. How it luxuriously incorporates elements of the classical with a glossy sheen is quite impressive. At times it sounds akin to Max Richter put through digital synthesis. The result is extraordinarily calming. With this digital sound (and it is quite electronic) there’s a sense of true organic wonder. ‘Luminance’ achieves this human effect by carefully filtering field recordings, guitar plucks, and other reminders that there is a world outside of it.
                The album begins with ‘Further’ which sets the tone for the album as a mellow, dreamy pillow of a song. ‘Lacks soul’ is an ironic name considering how deep in the center of it is a moving piano piece clouded by so much processing. Part of the joy of the song is how Francesco appears to peel away those digital layers revealing its true heart. On ‘Things we can not get’ things take a different approach. Field recordings are effectively employed on this track, the longest on the entire album. For this album there’s a true sense of drama with an uneasy melody that wheezes by. ‘A quiet dream’ takes the formula for the album and reverses it: beginning with the natural before it submerges into the edited. The album ends on a sleepy note with the narcoleptic ‘Suggestions’.
Overall it is a lovely nebulous cloud of an album. This is the perfect soundtrack for a cloudy day. For though the sky is obscured there is beauty behind it. Thus the same is true for ‘Luminance’ and its dual digital/natural format.